Logo CCSoftLotto Business
 

 

 

 

Home
Il Programma
Versione ULTRA
Downloads
Statistiche
Metodi
Metodi Vecchione
Metodo Sersam
AlgoPower
Come ordinarlo
Le Tavole rutiliane
Risorse e servizi
Novità

  

Statistiche disponibili


Alcune delle statistiche a disposizione in Lottobusiness X (10.0)

Ricerche sugli ambetti
- Generazione ambetti
- Ritardi e frequenze dettagliati a partire dalla coppia e fino alla sestina per ambetto
- Ricerche pregresse degli ambetti

Tabellone analitico
Ogni giocatore che si rispetti, non può fare a meno del tabellone analitico: esso ci dice tutto, ma proprio tutto sulle estrazioni della ruota che scegliamo: riporta per ogni ruota il posizionamento dei 90 numeri verificatosi nella loro ultima estrazione e ci evidenzia le varie sincronie (i livelli).
Possiamo aprire anche più di un tabellone: ogni volta che si clicca, nel menù principale di Lb9, su "Ambata/Tabellone analitico" se ne apre uno nuovo indipendente ed affiancabile ai precedenti.
abbiamo a disposizione i pulsanti:

  • Da L1 a L5 per evidenziare rispettivamente le righe che contengono da 1 a 5 numeri
    Sotto ogni tasto abbiamo il quantitativo di numeri presenti in ciascun livello e la media di quelli presenti nello storico della ruota scelta, se abbiamo già eseguito l'elaborazione "Massimi storici"

  • Evidenzia i sortiti la prossima estrazione: il pulsante è attivo (ovviamente) se non siamo posizionati sull'ultima estrazione in archivio ed evidenzia sul tabellone i sortiti nella prossima estrazione

  • E1, E2, E3.... C4, C5 per evidenziare ad es.
    con E1 (Estratti1) i numeri che fanno parte di LIv. 1 nella 1' colonna
    con A3 (Ambi 3) i numeri che fanno parte di LIv. 2 nella 3 colonna
    con Q2 (Quartine 2) i numeri che fanno parte di LIv. 4 nella 2 colonna ecc.

  • Reset per annullare i numeri evidenziati

  • Il tasto per copiare i numeri evidenziati nella clipboard di windows

  • Con il tasto abbiamo la possibilità di accedere ad una preziosissima ricerca: lo storico della ruota scelta, con possibilità di evidenziare i massimi valori che hanno raggiunto i livelli (da 1 a 5) dei tabelloni analitici precedenti.

Numeri, coppie e terzine ripetute
Possiamo scegliere se ricercare numeri coppie o terzine nel riquadro Sorte da rilevare (in caso di numeri abbiamo anche la possibilità di indicare la posizione estrattiva).
La finestra estrazionale può comprendere:
- le ultime X estrazioni
- l'ultimo anno
- dall'inizio dell'anno in corso
- due date a nostra scelta

Accoppiamento ambate
Semplice ma importante procedura che determina, data la ruota, il numero ed il periodo da analizzare, l'accoppiamento più probabile del numero impostato con:
- gli altri 89
- gli altri 9 stessa decina
- gli altri 8 stessa cadenza
- gli altri 9 stessa figura
I risultati vengono mostrati in 4 differenti finestre di riepilogo.

Ritardi
Si evidenziano i ritardi (anche storici) dei numeri, ordinati per ritardo, per numero o per rapporto ritardo attuale/storico.
Scegliendo il ritardo su <TUTTE> si può scegliere tra i TOP 15 di ogni ruota spuntando la casella che appare, oppure il ritardo di tutti i 90 numeri per il gioco a TUTTE LE RUOTE (in questo caso togliere il segno di spunta dalla casella Top 15).
Tramite il tasto Trova si possono evidenziare fino a 5 numeri nell'elenco prodotto, semplificando eventuali confronti tra statistiche diverse

Tipologie di Ritardo
   Importantissima procedura che permette di rintracciare 15 diverse tipologie di ritardo, anche in posizione determinata, sulla/e ruote impostate (anche tutte, Nazionale compresa)
Alla fine dell'elaborazione, vengono evidenziate sia la situazione attuale che quella storica.
 
 Le elaborazioni disponibili sono:

  • Ritardo cronologico assoluto di un numero

  • Ritardo cronologico assoluto di 1 numero in 2 ruote contemporaneamente

  • Ritardo cronologico assoluto di 1 numero in 3 ruote contemporaneamente

  • Ritardo cronologico assoluto di 2 numeri (stessa ruota)

  • Ritardo cronologico assoluto di 2 numeri (ruote diverse)

  • Ritardo cronologico assoluto di 3 numeri (stessa ruota)

  • Ritardo cronologico assoluto di 3 numeri (ruote diverse)

  • Somma di "x" ritardi consecutivi

  • Ritardo di 1/2/3 numeri nelle formazioni classiche (comprese le formazioni personalizzate)

  • Ritardo globale di 1 numero in 2 ruote

  • Ritardo globale di 1 numero in 3 ruote

  • Isocroni: ritardo di 1 numero in 2 ruote

  • Isocroni: ritardo di 1 numero in 3 ruote

  • Ritardo di posizione

  • Ritardo di posizione derivata (tutte le ruote)

Ritardi multilivello
Per "ritardo multilivello" (o ritardo consecutivo) si intende il numero di estrazioni di ritardo di ciascun numero per "x" uscite; ne consegue che:
- il ritardo a livello 1 è il ritardo attuale dell'ambata
- il ritardo a livello 2 è il ritardo di 2 sortite dell'ambata
- il ritardo a livello 3 è il ritardo di 3 sortite dell'ambata...
Si trovano in questo modo i numeri con scompenso di sortite rispetto alla media (visualizzata sotto ciascuna colonna) di una sortita ogni 18 estrazioni (riferita ad una singola ruota)

Ritardi in posizione determinata
Questa procedura calcola il ritardo di ogni numero per ciascuna delle 5 posizioni estrattive sulla ruota/e impostata/e.

Fasce di ritardo (legge del terzo)
   In breve, la legge del terzo stabilisce che in un ciclo teorico relativo alla combinazione cui si fa riferimento, l’intera rosa degli eventi si distribuisce in ragione di 2/3 "si" ed 1/3 "no": nel nostro caso, sui 90 numeri, nel primo ciclo di 18 estrazioni, ne saranno estratti 60 (2/3 di 90)
   Nel ciclo successivo, i 30 numeri rimanenti, rispettano anch’essi la legge del terzo, vale a dire che i 2/3 usciranno ed 1/3 no (quindi 20 su 30), e così via per i cicli successivi.
   La procedura suddivide i 90 estratti in fasce, seguendo l'enunciazione della legge del terzo, e, per ogni numero, evidenzia sia il ritardo cronologico attuale, sia il numero di colpi che mancherebbero all'ingresso della fascia successiva.
   In questa maniera, abbiamo immediatamente sott'occhio gli eventuali scompensi nelle fasce.
In ogni fascia vengono evidenziati nell'ordine:

  • La quantità teorica di estratti che dovrebbe essere presente

  • La quantità effettiva presente

  • il ritardo dell'estratto nella fascia (tra parentesi i max storici sulla ruota/e scelte)

  • il ritardo dell'ambo nella fascia

  • il ritardo del terno nella fascia

   Nell'elaborazione, possiamo selezionare una o più ruote ed una o più posizioni estrattive: il programma adegua automaticamente le medie di presenza.

Frequenze
Procedura che determina la frequenza dei 90 numeri tra le date prefissate.
Alla fine dell'elaborazione sono visualizzati la quantità di estrazioni analizzate e la sortita media teorica di ciascun numero.
Sotto ciascun valore, c'è una barra colorata che mostra la "temperatura" del numero soprastante, secondo la scala visualizzata in fondo al form.
Scegliendo l'opzione <TUTTE> si può scegliere tra i TOP 15 di ogni ruota spuntando la casella che appare: verranno mostrate le frequenze dei primi 15 numeri più "caldi" (o più "freddi" se si é selezionata l'opzione "meno frequenti") su ciascuna delle ruote.
Tramite il tasto Trova si possono evidenziare fino a 5 numeri nell'elenco prodotto, semplificando eventuali confronti tra statistiche diverse

Tipologie di Frequenza
Permette di rintracciare 8 diverse tipologie di frequenza, anche in posizione determinata, sulla/e ruote impostate (anche tutte, Nazionale compresa)
Le elaborazioni disponibili sono:

  • Frequenza di un singolo numero

  • Frequenza di un singolo numero in 2 ruote contemporaneamente

  • Frequenza di un singolo numero in 3 ruote contemporaneamente

  • Frequenza di 2 numeri (stessa ruota)

  • Frequenza di 2 numeri (ruote diverse)

  • Frequenza di 3 numeri (stessa ruota)

  • Frequenza di 3 numeri (ruote diverse)

  • Frequenza di 1/2/3 numeri nelle formazioni classiche (comprese quelle personalizzate)

La finestra estrazionale è impostabile a:

  • ultime "x" estrazioni

  • Ultimo anno

  • Dall'inizio dell'anno in corso

  • Entro 2 date definite

  • A partire da una data definita a retrocedere per "x" estrazioni

  • A partire da una data definita a retrocedere per "x" cicli di 18 estrazioni

  • In un singolo mese a scelta a partire dall'anno XXXX

Frequenze in posizione determinata
Questa procedura calcola la frequenza di ogni numero per ciascuna delle 5 posizioni estrattive sulla ruota/e impostata/e e la somma (che corrisponde alla frequenza effettiva del numero indicato).

Frequenze cicliche mensili e a cicli personalizzabili
Importantissima procedura che permette di suddividere le frequenze in cicli composti da un n. di estrazioni predefinito (default 18) oppure in cicli mensili. In quest'ultimo caso possiamo scegliere/escludere i mesi da visualizzare, oppure raggruppare mesi uguali: abbiamo così la visualizzazione completa dei 12 mesi dell'anno.
   Si può effettuare l'elaborazione scegliendo una o più posizioni determinate, sulla/e ruote impostate (anche tutte, Nazionale compresa); possiamo anche scegliere se considerare tutti i 90 n., oppure tra le formazioni classiche o ancora una delle formazioni personali
   La finestra temporale è impostabile a:

  • ultime "x" estrazioni

  • Ultimo anno

  • Entro 2 date definite

   Alla fine dell'elaborazione, oltre alla suddivisione richiesta, viene mostrato uno specchietto informativo.

Ricerca numeri
Si deve inserire almeno un numero da ricercare (la freccia che comanda l’inizio elaborazione diventerà verde), oppure cadenze, decine, figure o gemelli.
Inserire quindi la sorte minima da rilevare (dall'ESTRATTO alla CINQUINA, a seconda della quantità di numeri inserita).
Una volta immessi i dati richiesti, verranno mostrati la data, la ruota, i numeri rinvenuti e un quadro statistico molto interessante che riporta le uscite teoriche ed effettive per le sorti ricercate, ritardo attuale e storico.
Selezionando l'opzione Posizione determinata, si avrà la possibilità di ricercare solamente gli estratti
In caso si scelga l'opzione <Tutte>, una ulteriore scelta permette di svolgere la ricerca GLOBALE (l'elaborazione avviene come nelle singole ruote come sopra descritto) oppure per RUOTE DISTINTE (in questo caso viene presentata una tabella riassuntiva dei dati statistici ruota per ruota).

Numeri simpatici o spia
I
numeri simpatici sono quelli che più di altri appaiono accanto ad altri determinati numeri nella stessa estrazione o in quelle successive.
Questa procedura permette di rilevarli, immettendo i numeri dei quali vogliamo trovare i simpatici (possiamo selezionarne fino a 10, un clic seleziona il numero, un clic successivo lo deseleziona).
Si può scegliere se rilevare i simpatici nella stessa estrazione oppure nelle estrazioni successive (da 1 a 18).
Selezionando la casella <Usciti nell’estrazione n.> e cliccando su ok, vengono recuperati i numeri sortiti nell’estrazione e sulla ruota indicate, in modo da poter fare la scansione delle estrazioni effettuate, quindi di rilevare nelle estrazioni successive alla sortita di tali numeri, le frequenze di tutti i 90
Possiamo scegliere anche la quantità minima da rilevare e la sorte spiata.
Ad esempio:
- selezioniamo nel pannello di sinistra i numeri 1 - 2 - 3 - 4 - 5
- selezioniamo la ricerca di almeno 2 dei selezionati
- la sorte Ambi nella casella a discesa
- l'opzione nelle 5 estrazioni successive.
- lanciamo ora l'elaborazione: la procedura verificherà, tra le 2 date prescelte, l'uscita di almeno 2 dei numeri tra 1 2 3 4 5 e, una volta trovati, analizzerà le 5 estrazioni successive tutti gli ambi che si sono presentati generando una lista sia dei suddetti ambi (numeri spiati) che delle formazioni rintracciate (numeri ricercati
).

Numeri precursori
I numeri precursori (al contrario dei numeri "simpatici" che hanno seguito una determinata ambata nelle estrazioni successive), sono quei numeri che hanno preceduto la sortita dell'ambata in questione.
Dopo aver impostato il numero di estrazioni precedenti in cui cercare, sono visualizzati 2 elenchi: nell'elenco a sinistra si evidenziano i precursori di ogni ambata, mentre in quello a destra si ha un riepilogo dei precursori stessi con i numeri che sono stati "previsti".
Attenzione: i numeri che sono stati previsti NON sono i numeri simpatici, in quanto questi ultimi sono ricercati con un algoritmo differente.

Formazioni personalizzate dall'utente
   Iniziamo con l'affermazione sacrosanta che, per la matematica, l'ordine o il disordine dei numeri è solamente un "escamotage", ossia una convenzione per dare un nome a poche ed arbitrarie combinazioni, ma in realtà queste non appartengono all'ordinamento oggettivo naturale.
  
I minori ritardi delle combinazioni classiche ordinate sono dovuti al fatto che esse sono una minoranza rispetto all'immensa varietà di tutte le possibili combinazioni disordinate: basti pensare che, con i 90 numeri, possiamo formare la bellezza di 5.720.645.481.903 di decine, a fronte delle 9 decine ordinate (o delle 9 decine in figura); o ancora, possiamo formare 706.252.528.630 novine, ma si è soliti considerare solamente le novine in cadenza, in controfigura, in cifra pura/impura ecc.
   Queste minoranze (decine, figure, cadenze, radicali ecc) hanno senz'altro una minore possibilità di incappare in forti ritardi, proprio perché sono minoranze.
  
Per cui non vengono affatto rinnegati tutti gli studi che sono stati fatti fin'ora, e che logicamente continueranno... una minoranza è una minoranza! E' ovviamente più facile trovare sequenze tipo 3,13,23,33,43,53,63,73,83 piuttosto che 4,15,28,33,56,64,70,71,88: entrambe sono novine, ma la seconda serie è molto più difficile da rilevare "ad occhio"!
   Nulla vieta quindi, che ciascuno possa costruirsi da sé le minoranze che ritiene più opportune: anch'esse diventano minoranze rispetto alla massa rimanente, quindi soggiacciono alle stesse leggi probabilistiche ad esse riservate.

   Dopo questa breve disquisizione, per fare capire il senso di questa applicazione, ecco le istruzioni per l'uso:

  • Un click su "Nuova formazione" per inserire il nome che vogliamo attribuirle
    - possiamo anche cambiarne il nome in seguito tramite il tasto "Rinomina"

  • Facciamo click sul nome appena inserito, nell'elenco di sinistra, per evidenziarlo: tale nome apparirà anche nella parte inferiore dell'elenco di destra

  • Un click su "Nuovo elemento" per inserire gli elementi che comporranno la formazione stessa
    - ogni elemento può essere formato da 1 fino a 10 numeri a scelta e viene numerato in progressivamente
    - in ogni formazione sono possibili un massimo di 99 elementi
    - possiamo eliminare un elemento tramite il tasto "Elimina" ed eventualmente inserirlo con lo stesso n. progressivo modificando manualmente il campo ID
    - possiamo muoverci con il tasto "TAB" per avanzare dopo l'input di ogni elemento
    - è consigliabile (ma non obbligatorio) attribuire lo stesso quantitativo di numeri a ciascun elemento, per garantire l'omogeneità delle statistiche che andremo a calcolare

  • Tutte le formazioni che inseriremo, oltre che nell'elenco di cui si parla qui sotto, le ritroveremo anche nelle procedure "Tipologie di ritardo", "Tipologie di Frequenza" e "Frequenze cicliche" del menù "Ambata"

   Premere "Ritardi - Frequenze - Storici" per accedere ai calcoli statistici, alla stessa stregua delle formazioni classiche: qui facciamo click sul nome della formazione che ci interessa.
   Un numero rosso in grassetto indica il valore più elevato presente nella tabella, un numero rosso in stile normale indica invece il ritardo max storico in corso.

Ritardi di posizione
Il ritardo di posizione si inizia a conteggiare quando un determinato numero occupa una determinata casella nella tabella dei ritardi e cessa alla sua sortita o alla sortita di uno dei numeri che lo precedono.
La procedura mette in evidenza, per ogni ruota, il numero interessato, il ritardo cronologico, il suddetto ritardo di posizione ed un valore che é dato dal rapporto dei due ritardi: ne consegue che un numero con ritardo cronologico basso può avere un rapporto elevato se tale numero é in vetta da molte estrazioni.
Tenere presente che il rapporto max storico (su ruota singola) si aggira attorno allo 0,700 ma che già da 0,300 si possono avere buone probabilità di sortita.

Ritardo/frequenza degli ambi
Una volta impostata la tipologia di numeri (per default tutti i 90), si può scegliere la quantità di risultati (compatibilmente con il tipo di elaborazione scelta) da 50 a 500 ed il tipo di ritardo ricercato attuale o storico.
La statistica mostra nella lista di sinistra gli ambi più ritardati con relativo ritardo, ritardo massimo, ritardo medio e frequenza: in caso il valore sia di colore rosso, tale ritardo corrisponde al massimo storico in corso.
Nella parte destra invece sono elencati gli ambi più frequenti entro le date indicate.
Una ulteriore selezione si può effettuare digitando la decina(*) o la cadenza(*), la figura(*), la quindicina(*), il tipo di ambi gemelli, vertibili, complementari o simmetrici.
É possibile invertire l'ordine dei ritardi e delle frequenze spuntando la casella ai piedi di ciascun elenco: si ottengono così rispettivamente gli ultimi ambi usciti e quelli meno frequenti.
(*) Non digitando alcun numero in queste ricerche, verranno visualizzate le decine, cadenze, figure o quindicine più ritardate (o più frequenti) fra tutte quelle possibili.

Ritardo/frequenza dei terni
Procedura identica a quella sopra descritta (Ritardo/frequenza degli ambi)

Formazioni per ambo
Con il pulsante ritardi si mettono in evidenza le formazioni (dalle terzine alle decine) maggiormente ritardate per ambo; un clic sul pulsante frequenze si ottengono le più frequenti.
Anche qui é possibile selezionare decine(*), cadenze(*), figure(*), quindicine(*) e gemelli e, all'occorrenza, se si dispone un numero privilegiato, lo si può impostare come capogioco all'interno delle formazioni ricercate.
Si possono visualizzare da 10 a 50 risultati per elaborazione.
A causa dell’enorme numero di possibilità ottenibili (si pensi che le decine per ambo ottenibili con i 90 numeri sono la bellezza di 5.720 miliardi) sono stati implementati degli algoritmi per velocizzare le ricerche:
- per la ricerca dei ritardi, selezionare uno dei 4 algoritmi presenti: facendo alcune prove, si riuscirà a trovare quello più veloce per la ruota che interessa - Questo perché ogni singola ruota ha un ciclo estrazionale diverso dalle altre (ovviamente) - Trovando il più veloce in ricerca delle quartine o cinquine, esso sarà più veloce anche nella ricerca di 8,9 o 10 numeri (in basso a destra viene visualizzato il tempo impiegato per la ricerca).
- per la ricerca delle frequenze, selezionare la percentuale di precisione dell'algoritmo di ricerca (dal 60% - minima precisione al 100 % - precisione assoluta): essa ridurrà notevolmente i tempi di ricerca a fronte di una segnalazione meno accurata (potrebbero esistere altre formazioni con frequenza più o meno simile a quelle visualizzate) - Una volta iniziata la ricerca, viene visualizzato il numero di iterazioni che il programma dovrà effettuare, per avere un'idea del tempo di attesa - Arrestando la ricerca in qualsiasi momento si desideri, il tempo di elaborazione trascorso fino a quel momento, non sarà mai andato perduto: vengono infatti visualizzati i risultati parziali, ma comunque molto utili, delle formazioni trovate fino ad allora (che sono in ogni caso in super-frequenza)e l'ordine dei ritardi e delle frequenze.
(*) Non digitando alcun numero in queste ricerche, verranno visualizzate le decine, cadenze, figure o quindicine più ritardate (o più frequenti) fra tutte quelle possibili.

Formazioni per terno
Procedura identica a quella sopra descritta (Formazioni per ambo)

Formazioni classiche
In questa preziosissima statistica, sono previsti tre tipi di ricerca: ritardo attuale, ritardo storico e frequenza di estratti, ambi e terni delle formazioni classiche, parametri che si possono impostare con le apposite caselle a discesa.
Le formazioni classiche previste sono:
- Decina naturale
- Decina cabalistica
- Figura
- Controfigura
- Cadenza
- Cifra pura
- Cifra impura
- Radicali
- Complementari
- Simmetrici
- Vertibili
- Gemelli
Un numero rosso in grassetto indica il valore più elevato presente nella tabella, un numero rosso in stile normale indica invece il ritardo max storico in corso.
tono in evidenza le formazioni (dalle terzine alle decine) maggiormente ritardate per terno; un clic sul pulsante frequenze si ottengono le più frequenti.

Un po' di teoria sulla statistica

   Queste considerazioni non vogliono assolutamente nè confermare ne smentire convinzioni più o meno radicate nella maggior parte di noi stessi (ognuno di noi ha una propria idea su qualunque argomento conosciuto, tranne poche eccezioni) ;-)
   Sono quindi semplici opinioni personali che sono maturate negli anni di programmazione (relativa a procedure qualsiasi e a procedure applicate al gioco del lotto) e in anni di giocate al lotto stesso.
   Cercherò quindi di esporre le mie idee in maniera fruibile da tutti, senza usare termini fantascientifici, con la speranza di sapervi fornire uno spunto per cercare nuove vie da percorrere per avvicinarsi sempre più all'agognata perfezione (badate, ho detto avvicinarsi: la perfezione applicata al gioco del lotto è IRRAGGIUNGIBILE, come la velocità della luce...).
   Torno a ripetere che NON sono un lottologo, ma mi diverto a programmare e a escogitare infinite sperimentazioni (anche per merito dei miei clienti!) che sfociano in risultati più o meno validi.

Statistiche ed interpretazioni

   La statistica è schietta: ti mette davanti una marea di numeri che aspettano solo di essere interpretati.
   Sì, avete letto bene, INTERPRETATI: perchè ogni statistica, se condotta con dati omogenei, un discreto numero di casi analizzati e su diversi intervalli temporali ha bisogno di essere capita.
   Mi spiego:
se eseguo uno studio sui numeri usciti nelle 5 estrazioni successive dopo la sortita ad esempio del 14 su Bari, il risultato sarà più o meno:

Elaborazioni eseguite con Lottobusiness

Dal 7/1/1939
1)
81
uscito
70
volte
2)
40
"
68
"
3)
18
"
65
"
...
gli altri 85 numeri
...
89)
77
uscito
35
volte
90)
43
"
31
"


   In questo caso si sarebbe portati a giocare, dopo la sortita del 14, 81.40.18 però... c'è un però: innanzitutto vediamo che l'ultimo in classifica (43) ha un notevole distacco (4) dal penultimo ed ha un rapporto con il primo (81) di ben 2,25.
 (*) Poi approfondirò il concetto di rapporto fra primo e ultimo in una statistica.
   Conviene inserire quindi anche il 43.
   Se però proviamo a limitare la statistica agli ultimi 10 anni, troviamo:

Dal 1/1/1990
1)
37
uscito
21
volte
2)
18
"
20
"
3)
81
"
20
"
...
gli altri 85 numeri
...
89)
3
uscito
4
volte
90
36
"
2
"


   Vediamo che 18 e 81 sono inseriti anche in questa classifica (quindi sono relativamente 'caldi').
   Ancora, per gli ultimi 3 anni:

Dal 1/1/1997
1)
16 e 18 usciti 11 volte
...
5)
81 (e altri) uscito 9 volte
...
 
 
30)
40 (e altri) uscito 6 volte
...
 
90)
84 *mai uscito**

   Ancora 81 e 18 (che oltretutto fanno parte della 'famiglia' dei vertibili in ritardo sulla ruota di Bari al momento della rilevazione statistica) caldi, mentre il 40 è uscito solo circa la metà delle volte...
   Personalmente scarterei il 40 che era al 2' posto nella classifica dal 1939 perchè si sta, per così dire, raffreddando nell'ultimo triennio...
   Quindi si potrebbero mettere in gioco, dopo la prossima uscita del 14 a Bari, i numeri 81 18 e 43 (Se non uscirà prima, l'81 è anche al 4' posto nella tabella dei ritardi nel momento in cui sto scrivendo).

(*) in TUTTE le statistiche effettuate su qualsiasi evento casuale, con l'aumentare dei casi analizzati diminuisce il rapporto tra il primo e l'ultimo della statistica stessa.
Negli esempi più sopra:
dal 1939 : 81 (70 volte) e 43 (31 volte) quindi 70 : 43 = 2,25
dal 1990 : 37 (21 volte) e 36 (2 volte) " 21 : 2 = 10,5
dal 1997 : 16 (11 volte) e 84 mai uscito
(qui sono stati considerati pochi eventi, quindi il rapporto sarebbe infinito)

   Se invece provassimo a stilare statistiche con date intermedie tra il 1939 e il 1990 otterremmo risultati che si potranno inserire tra i valori 2,25 e 10,5
   Infatti:
dal 1970 troviamo 2,93
dal 1980 troviamo 4,25
quindi valori che salgono SEMPRE con il diminuire dei casi analizzati e che ovviamente diminuiscono con l'aumentare dei casi analizzati.

   E' proprio facendo tesoro di questa regola che ho inserito il 43 trovato nella prima elaborazione, e cioè confidando nell'appiattirsi del rapporto tra il 43 stesso ed il 70, visto che la distanza dal penultimo era di 4 eventi.

   Non ho seguito invece la stessa strada con l'elaborazione dal 1990 perché la distanza tra ultimo e penultimo era minore (2) e neanche in quella dal 1997 perché gli eventi analizzati in questo caso sono troppo pochi.

   Si potrebbero portare centinaia di esempi come quello sopra citato, a seconda appunto della INTERPRETAZIONE che ognuno può dare ad un insieme di dati: qualcuno ad esempio potrebbe confidare nel fatto che prima o poi l'84 (statistica dal 1997) esca, nonostante il ridotto numero di casi analizzati...e così via...